In occasione del Japan Tour organizzato da Amada, svoltosi lo scorso giugno in concomitanza con l’AIF 2014, ovvero la fiera specializzata che il costruttore nipponico organizza presso il Aproprio Solution Center sito nel Head Quarter di Isehara per tutti i mercati asiatici, abbiamo avuto l’opportunità di incontrare e intervistare Mr Mitsuo Okamoto, Presidente del gruppo giapponese che ha parlato delle linee guida di sviluppo della sua società, con particolare riferimento alla realtà europea in cui Amada primeggia a livello tecnologico e di mercato.

[tratto dalla Rivista DEFORMAZIONE - Edizione Ottobre 2014]

 

129-padroneggiare-il-fascio-laser 1Amada è uno dei principali produttori mondiali di macchine e impianti per la lavorazione della lamiera. Dal suo autorevole punto di vista, può dire come sta cambiando l’industria del settore a livello globale? Quali sono i processi in atto? Uno dei trend attuali è la richiesta di ridurre il peso del particolare. Questo condurrà alla rivoluzione del materiale, da acciaio dolce ad altri materiali come il titanio e il magnesio. La tecnologia per la lavorazione di questi materiali diventerà quindi importante. Il volume di mercato per le applicazioni della tecnologia laser è di circa € 3,25 Mld (450 miliardi di yen). Di questi € 3,25 Mld, il 66% è rappresentato dal taglio laser dei metalli, il 10% dalle attrezzature mediche, il 10% dalle applicazioni di marcatura, il 7% dalla saldatura e il 7% dalle lavorazioni di finitura. La precisione e la performance dei processi di lavorazione della lamiera stanno raggiungendo livelli tali per cui alcune applicazioni che precedentemente erano fattibili solo attraverso macchine per stampaggio e asportazione, sono ora completamente realizzabili anche utilizzando macchine per la lavorazione della lamiera. L’espansione dei mercati applicativi della tecnologia laser potrebbe quindi creare nuovi trend anche nel settore della lavorazione della lamiera.

 

Negli ultimi anni, c’è stata una sensibile “pulizia” del mercato. Molti costruttori hanno cessato l’attività o ridotto significativamente il loro impegno. Siete rimasti solo voi top players a giocare la partita. Ciò è un vantaggio?
Ci sono ancora molti competitors in Europa. La concorrenza è una cosa positiva quando consente alle aziende di raggiungere le migliori performance a beneficio degli utenti finali. Dobbiamo però fare in modo che la concorrenza non inganni i clienti, mostrando loro per esempio proposte accattivanti che però non portano a risultati concreti. L’industria, e il settore della lamiera in particolare, si trova a dover affrontare tempi difficili, e non vi è spazio per prove di bassa qualità che mettono a rischio le aziende. I risparmi devono verificarsi durante l’intero processo produttivo, utilizzando le più recenti tecnologie e non tanto cercando di raggiungere solo i costi più bassi. Le tecnologie produttive sono sicuramente ciò che aiuterà gli utenti finali a raggiungere i benefici più duraturi. È vero che lo sviluppo di tecnologie di alto livello è possibile solo per i top players come Amada e questo è probabilmente il modo attraverso il quale il mercato sta effettuando una selezione dei giocatori in campo.

Parlando di nuovi mercati, quali sono le aree geografiche con più prospettiva di business per il mondo delle macchine utensili per lamiera? L’apertura di Amada Polonia significa che la vecchia Europa può riservare ancora qualche piacevole sorpresa?
In Europa, Amada possiede una lunga storia nel Regno Unito, in Francia, in Italia e in Germania. Ma, per tanto tempo, siamo dipesi da agenti in aree come la Russia, l’Est-Europa, il Medio Oriente e i Paesi Nordici. Il passaggio a vendita diretta è quindi una delle nostre strategie per mantenere un contatto più stretto con i nostri clienti. Facendo riferimento alla vostra domanda sulla Polonia, uno dei motivi principali è stato quello di creare una base Amada per poi espandere la nostra attività non solo in Polonia ma anche nei paesi Europei vicini ove il mercato dei laser è in rapida crescita. Al fine di agire in fretta, non possiamo fare affidamento solo sulle capacità degli agenti, sulla tecnologia e sull’importanza dei processi di verifica presso i nostri Technical Center. Per accelerare il processo di acquisizione di quote di mercato sempre maggiori nel settore dei laser e non solo, molto importante sarà comunque la continua collaborazione anche con gli agenti.

Know-how, innovazione tecnologica, qualità del servizio come valore aggiunto e diversificazione dei settori di sbocco: su quali di questi fattori si gioca la partita?
Come già accennato, un punto importante della nostra strategia è rappresentato dalle tecnologie. In Giappone, c’è più richiesta per la produzione flessibile dei lotti di piccole dimensioni. Focalizzarsi sulla domanda di questi lotti di vari dimensioni e promuovere il nostro know-how del processo di digitalizzazione farà la differenza nel mercato europeo. Le nuove generazioni preferiscono lavorare con il PC in ambienti con aria condizionata. Noi vorremmo fornire prodotti e creare un ambiente “Monozukuri” (di produzione) che queste generazioni amano utilizzare e in cui si sentono a proprio agio. Fornire tali prodotti è anche responsabilità del produttore.

Personalizzazione e “green technology” continueranno a essere parole chiave?
Amada si è focalizzata sull’efficacia del prodotto attraverso l’utilizzo del sistema VPSS. Oggigiorno, i costi dell’energia elettrica sono in aumento; soprattutto in Giappone, dopo il disastro della centrale elettrica, i costi sono aumentati di oltre il 10%. Il consumo energetico è un importante fattore nella gestione del processo produttivo. Amada è riuscita a raggiungere una riduzione delle emissioni CO2 di circa un 1/5, e a raddoppiare/triplicare la velocità di lavorazione, sostituendo il laser CO2 con quello fibra. Parliamo di un miglioramento drastico.

A livello tecnologico, è già possibile individuare delle tendenze future? L’automatizzazione dei processi sarà sempre più spinta? Se si, punterà a ridurre sempre più i tempi produttivi o a minimizzare quelli improduttivi?
Per quanto riguarda i paesi maturi, ci sarà una maggior richiesta da un punto di vista dei costi e delle lavorazioni stabili. Aumenterà, inoltre, la domanda per i robot capaci di adattarsi, in maniera flessibile, alle lavorazioni di lotti di diverse dimensioni. Ci vuole sempre tempo per creare dei prototipi, rallentando così l’efficienza del processo produttivo. La richiesta di macchine automatizzate che possano eliminare tale processo di creazione dei pezzi di prova, aumenterà. Amada ha sviluppato la LASBEND per soddisfare simili richieste. Si tratta di una macchina costosa, che però sarà ben accolta da quel mercato che si occupa della produzione di lotti di dimensioni variabili e flessibili, 24 ore al giorno.

 

In realtà si tratta di due domande in una. Innanzitutto, la tecnologia laser, e soprattutto quella a fibra, è completamente nuova rispetto ai più tradizionali processi di taglio e assemblaggio. Ci troviamo agli arbori di un lungo processo di scoperta. In riferimento alle nuove tecnologie, i campi di applicazione rimangono tanti, fintantoché la ricerca porterà a una conoscenza assoluta del fascio laser, dalla sua generazione fino al suo impiego finale. Amada ha sviluppato la propria tecnologia di generazione laser e sta investendo in maniera importante nella ricerca, perché essa rappresenta il cuore dell’intero processo.

 


129-padroneggiare-il-fascio-laser 2Avere il controllo completo dello sviluppo della tecnologia del fascio è centrale alla filosofia Amada, e questo è il motivo per cui siamo l’unico produttore che fabbrica i propri oscillatori laser a fibra.

 


Questo ci permette di proporre soluzioni innovative e uniche, sempre in anteprima sul mercato, come la macchina ENSIS.
Per quanto riguarda le tecnologie laser, abbiamo sempre scelto di prendere in considerazione la complementarità delle diverse soluzioni da cui il cliente può trarre beneficio. Il taglio laser CO2 è ancora valido per parecchi campi di applicazione. Parallelamente, il rapido progresso che è possibile raggiungere con il laser fibra si sovrappone ad alcune delle capacità del CO2. L’offerta Amada è guidata dalle esigenze dei clienti e dal progresso della tecnologia. È vero che abbiamo sviluppato parecchie nuove soluzioni fibra ma, allo stesso tempo, anche nuove macchine CO2 come la LCG, che è stata lanciata con grande successo.

La combinata fibra può essere la macchina strategicamente più importante per differenziarsi ulteriormente dalla concorrenza? Integrazione vista come combinazione di diversi processi in un’unica soluzione potrebbe, a volte, essere la strada del successo. L’unione dei processi di punzonatura e di taglio laser è spesso molto efficace per i clienti. Ma anche l’automazione e la gestione degli utensili attraverso il sistema ID Tooling, per esempio, potrebbero essere molto importanti per ottenere le migliori soluzioni produttive. Amada sta proponendo in maniera concreta la propria competenza in questo campo, e ha già dimostrato, all’interno di alcune aziende clienti, che questa tecnologia può aiutarli a raggiungere il successo all’interno del proprio mercato.

Infine, come dovrebbe essere la pressa piegatrice di domani?
Produttività è una parola chiave anche per la piegatura. Sulla base della propria indiscussa leadership nel settore della piegatura, Amada investe parecchio per rendere tale processo ancora più efficiente e flessibile, utilizzando software e tecnologie di robotica. Questo sarà il focus di Amada in EuroBLECH 2014, durante la quale mostrerà alcune soluzioni di piegatura avanzate come la EG e i sistemi HG-AR. Più che mai, queste macchine dimostrano come la robotica non venga solamente dedicata alla produzione dei lotti di grandi dimensioni, ma riesca ad aiutare drasticamente anche nei piani di produzione dei lotti di piccole dimensioni, garantendo flessibilità e grandi risparmi di tempo nella fase di set-up. I robots vengono utilizzati per caricare, piegare e scaricare i particolari e per evitare carichi di lavoro pesanti, pericolosi e ripetitivi per l’operatore, il quale può quindi concentrarsi su altre attività di più alto valore aggiunto.

Grazie Mr Okamoto, del privilegio che ha concesso a Deformazione rilasciando questa intervista; per me è stato un onore poterla raccogliere.

 

News

La “Rivoluzione” del Laser Giapponese

Amada è un colosso mondiale all’avanguardia...

Un “Tour” tra Tradizione e Innovazione

Il Japan Tour dello scorso giugno si è svol...